Quando Biglino fa il gioco delle tre carte con Paolo, Giovanni… e Marcione

A quanto detto – cioè che la Chiesa nascente mostra la fede nella risurrezione di Cristo prima della benché minima attività paolina in loco, e da fonti indipendenti – si aggiunge che:

  1. in nessun modo si è necessariamente dipendenti da una fonte per la sola anteriorità cronologica (non vale per i codici, che hanno coordinate ben precise… figuriamoci per le ipotesi!);
  2. il Nuovo Testamento pullula di cristologie altissime (per certi versi più alte della stessa cristologia paolina – penso a quella giovannea, ma anche a quella della Lettera agli Ebrei) che nulla hanno a che fare con i theologoumenoi di Paolo, e che per giunta sono state sviluppate da autori e contesti in forte polemica con quelli paolini (si pensi anche solo alla polemica antipaolina nell’Apocalisse).

Con queste premesse – la cui falsità abbiamo già smascherato – Biglino si appresta a

uscire dallo steccato teologico che la Chiesa ha costruito sulle dottrine paoline (il fondamento “inventato” del cristianesimo) e ipotizzare una chiave di lettura diversa, più concreta e maggiormente rispondente a quanto è narrato nell’Antico Testamento.

(p. 136)

Come abbiamo visto, dopo aver mostrato di ignorare (se non di voler mistificare) il contenuto dottrinale della fede cristiana, Biglino è uscito non da un qualche “steccato dottrinale”, ma unicamente dalla storia, diremmo pure dalla realtà. Sarà opportuno dedicare altre puntate a svelare punto per punto le procedure con cui questo prestigiatore delle Scritture produce le sue mistificazioni: anticipiamo che nella prossima si offrirà un tale saggio della flagrante disonestà intellettuale del Nostro… che pure quanti non sanno leggere né l’ebraico né il greco dovranno prenderne atto.

Informazioni su Giovanni Marcotullio 296 articoli
Classe 1984, studî classici (Liceo Ginnasio “d'Annunzio” in Pescara), poi filosofici (Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, PhD RAMUS) e teologici (Pontificia Università Gregoriana, Pontificio Istituto Patristico “Augustinianum”, Pontificia Università “Angelicum”, PhD UCLy). Ho lavorato come traduttore freelance dal latino e dal francese, e/o come autore, per Città Nuova, San Paolo, Sonzogno, Il Leone Verde, Berica, Ταυ. Editor per Augustinianum dal 2013 al 2014 e caporedattore di Prospettiva Persona dal 2005 al 2017. Giornalista pubblicista dal 2014. Speaker radiofonico su Radio Maria. Traduttore dal francese e articolista per Aleteia Italiano dal 2017 al 2023.

Lascia il primo commento

Di’ cosa ne pensi