«La morte mi ha tentata, ora combatto l’#eutanasia». Claire Freeman

6 Giugno 2019 Lucia Scozzoli 0

La vicenda dell’attivista neozelandese è nota da anni, come pure il suo impegno. All’indomani del “caso Noa”, tuttavia, la sua lezione è destinata ad assumere qualche sfumatura in più. Oltretutto il “Zeeland” (letteralmente “regione di mare”) è una provincia olandese, mentre il Paese in cui vive Claire è la versione “nuova” di quei Paesi, non più “bassi”.

Brian Sims bullizza donna che prega il #rosario davanti a una clinica abortista

7 Maggio 2019 Lucia Scozzoli 1

«Queste cose meritano dolore, non meraviglia». Così sant’Agostino in una lettera a un prete commentava degli stupri di guerra. Allo stesso modo non può destare meraviglia – né odio (che non è cosa da cristiani) – che le forze più diaboliche del pianeta, quelle che cooperano all’infanticidio prenatale, promanino un incontrollabile astio contro «il resto della discendenza della Donna» (Apoc. 12,17).

Verso il “Far West della ricerca” sui cadaveri degli italiani

30 Aprile 2019 Lucia Scozzoli 1

Se il tabù della manipolazione del corpo di un uomo defunto fosse eticamente assoluto, i cristiani non avrebbero mai permesso gli studî anatomici. Le dissezioni sono state sempre fatte su “uomini invisibili”, poveracci senza legami: nessuno ha mai pensato che “andasse bene”, ma erano incoerenze circoscritte e non elevate a teorema. Lunedì 29, invece, a cavallo tra i due ponti, il Senato italiano ha aperto una nuova incredibile prateria al postumanesimo.