Raffaello Leone X

Raffaello Leone X

Raffaello Sanzio, Ritratto di Leone X con i cardinali Giulio de’ Medici e Luigi de’ Rossi, olio su tela (Palazzo Pitti), 1518.
Di lui, morto da poco, Francesco Guicciardini scrisse: «Credettesi per molti, nel primo tempo del pontificato, che e’ fusse castissimo; ma si scoperse poi dedito eccessivamente, e ogni dí piú senza vergogna, in quegli piaceri che con onestà non si possono nominare» (Francesco Guicciardini, Storia d’Italia, XVI, 12).
Meno laconicamente, una pasquinata del 1521 recita: «Morì el meschino, e non te dir bugia, / per fotter troppo in cul un suo ragazzo» (Valerio Marucci (a cura di), Pasquinate del Cinque e Seicento, Salerno, Roma 1988, 283).

Be the first to comment

Di’ cosa ne pensi